Tu sei qui: Home / Sesso e volentieri / GINECOLOGIA / Disturbi apparato genitale femminile / Sono una ragazza vergine per scelta e mi hanno diagnosticato una micropapillomatosi vulvare.. come è possibile?

Sono una ragazza vergine per scelta e mi hanno diagnosticato una micropapillomatosi vulvare.. come è possibile?

creato da La redazione — ultima modifica 24/10/2012 09:12

Gent.mo Dottore,
Spero che Lei potrà aiutarmi. Sono una ragazza di 28 anni, vergine per scelta religiosa, e a giugno mi sposerò. Ho effettuato dei controlli di routine in vista del mio matrimonio perché in passato ho sofferto di candida e, in sede di prelievo per tampone vaginale, l’ostetrica ha notato sulla forchetta vaginale esterna, delle piccole protuberanze da lei definite condilomi. E’ iniziato il mio incubo: ho consultato 2 ginecologi, una di essi non ha proprio badato a queste escrescenze, un altro era convinto non fossero affatto condilomi ma, vedendo la mia ansia (pensi al disagio psicologico: come ho mai potuto contrarre l’hpv senza rapporti sessuali? Imbarazzo, rabbia, vergogna, insomma, sto malissimo) ha deciso di effettuare un esame istologico, il cui esito è: DIAGNOSI: minuti frammenti ascrivibili a micropapillomatosi vulvare. Nessuno ha saputo dirmi di che si tratta. Che cosa ho?? Condilomi o semplice papillomatosi fisiologica??? La prego, mi aiuti a capire. Dal laboratorio mi hanno detto che si tratta di qualcosa di virale ma come mai non l’hanno scritto sul referto? Mi hanno detto che non sempre il virus si manifesta nella lesione, possibile?? Erano ben 2 campioni di escrescenze vulvari fatti analizzare! Un esame istologico non dovrebbe chiarire ogni dubbio sulla natura di un tessuto? A quanto pare, sentendo “papillomatosi” si pensa subito a virus,  ma molte volte non è così. Premetto che il tampone vaginale è negativo.
La ringrazio per il Suo aiuto e spero di cuore che potrò dirmi qualcosa di più. In ogni caso, cosa devo fare per ora? Sposarmi, iniziare la mia attività sessuale e poi eseguire pap test e colposcopia o cosa??  Grazie ancora e di cuore.


La micropapillomatosi vulvare è una condizione assolutamente parafisiologica che non necessita né di cure, né di ulteriori approfondimenti. Pertanto se nell’esame istologico non è aggiunto nient’altro può stare tranquilla.

 

Dott.ssa Chiara Alessandrini
Specialista in Ginecologia e Ostetricia 
Consulente Sessuologa primo livello 
c/o Casa di Cura “Fogliani” Modena