Tu sei qui: Home / News / Le decadi passano, ma gli errori del passato rimangono. Giornata della Memoria 2020: gli eventi a Modena

Le decadi passano, ma gli errori del passato rimangono. Giornata della Memoria 2020: gli eventi a Modena

creato da Alessandra Lotti ultima modifica 23/01/2020 09:35
Anche quest'anno, le iniziative nel comune e nella provincia di Modena sono innumerevoli, per ricordare le tragedie nei lager e i soprusi subiti dagli ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale.

Ancora una volta, come ogni anno, durante questo periodo si torna a parlare dei campi di sterminio e di Genocidio, una pagina nera della nostra storia, che non deve essere dimenticata, specialmente quando episodi anche recenti di razzismo ed esclusione sociale fanno sentire la loro sgradevole voce.

 

Stradanove propone alcune iniziative realizzate nel territorio di Modena per non dimenticare il giorno in cui il 27 Gennaio 1945 i superstiti dei campi di concentramento hanno avuto la possibilità di tornare a vivere, nonostante le umiliazioni e le privazioni sociali siano indelebili nella loro memoria, e così deve essere per tutti noi.

 

 

 

Venerdì 24 Gennaio

 

Ore 15.00Piazzetta Santa Eufemia

Dai Numeri ai Nomi

Le classi approfondiranno la biografia di alcuni deportati per recuperare le storie individuali che si nascondono dietro i numeri di matricola assegnati nei campi, cercando di rappresentare le diverse “categorie” di deportati. L’esito di questa ricerca sarà la composizione di brevi monologhi che gli studenti e le studentesse interpreteranno nello spazio aperto della piazzetta.

 

Ore 18.00-Palazzo dei Musei, Sala Crespellani

Se questo è Levi

Spettacolo teatrale itinerante in tre atti, in tre luoghi diversi della città.

Primo atto: Se questo è un uomo presso Sala Crespellani-Musei Civici di Modena (Largo porta Sant’Agostino, 337).

Secondo Atto: Il sistema periodico presso Aula Magna, dipartimento di studi linguistici e culturali Unimore (Largo Sant’Eufemia 19)

Terzo Atto: I sommersi e i salvati presso Sala del consiglio comunale, palazzo comunale-(piazza grande 16 – Modena)

Con Andrea Argenteri. Regia di Luigi de Angelis

Spettacolo gratuito a numero chiuso con prenotazione obbligatoria:

Istituto Storico di Modena: Tel. 059/219442-242377; segreteria@istitutostorico.com

 

Ore 21.00-Forum Monzani (Via Aristotele, 33)

Perché ancora questo filo spinato?

Le parole e le note dell’amore quando tutto intorno è orrore e devastazione

Ologramma, gruppo corale strumentale

Coro PreAccademico dell’Istituto superiore di studi musicali Vecchi-Tonelli

Gruppo vocale-strumentale IC3 Mattarella

Coro di voci bianche-Progetto Regionale Ologramma musica per l’inclusione

IC1 Menotti e IC7 Montecuccoli.

A cura di Istituto Meme

Ingresso Libero fino ad esaurimento posti.

 

 

Sabato 25 gennaio

 

Ore 20:30Teatro Comunale L. Pavarotti

Concerto della memoria e del dialogo: 100 anni con Primo Levi

Verranno proposti sentimenti e aspetti etici sociali approfonditi numerosi scritti di Primo Levi: la paura, la gerarchia e il privilegio, l’uso dell’essere umano come mezzo del proprio profitto e non come fine. Il concerto della memoria e del dialogo del gennaio 2020 diventa così un prolungamento del centenario della nascita di primo Levi, nella speranza di contribuire a diffondere la sua arte e le sue illuminanti riflessioni.

Musiche di: B. Ullmann, E. Schulhoff, Claudio Rastelli, G. Klein, G. Mahler

 

Lunedì 27 gennaio

 

Ore 9.30Teatro della fondazione collegio San Carlo – (via San Carlo, 5)

[Replica 28 gennaio ore 9.30]

Proiezione della pellicola “La verità negata”:

Basato su una storia vera, (Regia di Mick Jackson, USA-Gran Bretagna 2016).

Narra la vera e propria odissea legale che ha dovuto affrontare tra il 1996 e il 2001 Deborah Lipstadt, docente di storia ebraica contemporanea e di studi sull’olocausto all’università di Emory ad Atlanta denunciata per diffamazione da un negazionista dell’olocausto.

Introduzione a cura di Carlo Altini, direttore scientifico fondazione collegio San Carlo, Vincenzo Pacillo professore di diritto ecclesiastico e canonico presso l’Università di Modena e Reggio Emilia.

A cura di Fondazione collegio San Carlo e Istituto Storico di Modena.

 

Ore 10.00Via Università, 4

Deposizione corona alla lapide in memoria di docenti e degli studenti perseguitati a causa delle leggi razziali

 

Ore 18.00Sinagoga (Piazza Giuseppe Mazzini 26)

Lettura salmi e preghiere in ricordo dei deportati

Rav Beniamino Goldstein, rabbino capo della comunità ebraica

comebraica.mo.re@gmail.com

 

 

Mercoledì 29 gennaio

 

ORE 20.30 - Scuola secondaria di primo grado G.Marconi

Quale memoria

Musiche e testimonianze per non dimenticare: gli alunni di tutte le classi terze presentano il loro progetto con un percorso itinerante dentro la scuola per riflettere sulla “memoria” nelle forme più vicine alla loro vita ed esperienza: letture, poesie, volti, voci, video, musiche. Nel progetto si intrecciano diversi percorsi educativi, culminanti in un momento di celebrazione- concerto da condividere con le famiglie e il territorio. Il percorso si snoda in un arco temporale molto ampio per evidenziare le origini storiche degli eventi e analizzare quel che è stato, ma anche per costruire insieme la memoria del futuro che vogliamo e possiamo realizzare.

 

Martedì 4 Febbraio

 

Ore 18.00Galleria Europa – (Piazza Grande, 17)

Incontri con autori e ricerche

Costantino Lisante direttore istituto storico di Ascoli Piceno

Le verità dimenticate sul lager di Bolzano. Aspetti inediti di uno dei principali campi di detenzione nazista nell’Italia occupata. Dialoga con l’autore Marzia Luppi direttore Fondazione campo Fossoli

A cura dell’Istituto storico di Modena in collaborazione con fondazione ex campo Fossoli

 

Domenica 16 Febbraio

 

Ore 17.30- Chiesa del collegio San Carlo (via San Carlo, 7)

 

Presentazione del libro: “storie di Sergio” (ed Rizzoli 2020)

Con Tatiana Bucci, Mario de Simone e Alessandra Viola introduce Giuliano Albarani, presidente della fondazione collegio San Carlo.

La storia dei venti bambini di Bullenhuser Damm, vittime degli esperimenti Joseph Mengele, il dottor morte. Andra e Tatiana bucci sono due sorelle italiane di origine ebraica, superstiti dell’olocausto, testimoni attive e autrici di memorie sulla loro esperienza.

 

 

Visite Guidate e Apertura dei luoghi della memoria

 

Campo di Fossoli (Via Remesina Esterna, 32 -Località Fossoli di Carpi)

25/26/27 Gennaio: Ore 10.00-12.30/14.30-17.00

 

Visite guidate gratuite:

25 gennaio ore 11.00

26 gennaio ore 10.00

 

(Proiezione a ciclo continuo del documentario: Fossoli. Anticamera per l’inferno)

 

Museo Monumento al Deportato (Piazza Martiri, 68, Carpi)

 

24/25/26 gennaio: Ore 10.00-13.00/15.00-19.00

27 gennaio: Ore 10.00/19.00 orario continuato

 

Visite guidate gratuite:

26 gennaio ore 12.00

27 gennaio ore 16.00

 

(Proiezione a ciclo continuo dell’intervento di Liliana Segre al Convegno internazionale Campi di transito d’Europa)

 

Ex Sinagoga (Via Giulio Rovighi, 57, Carpi)

 

26/27 gennaio: 10.00-13.00/ 15.00-19.00

(Proiezione a Ciclo Continuo del Film-Documentario: Un Viaggio lungo dieci anni)

 

 

 

 


Visualizza il programma completo delle iniziative

Eventi in provincia di Modena.

 

La Redazione

A cura di

Giorgia Martin

Marzia Prisciano

Gennaio 2020

Etilometro

Etilometro on-line

Consulenze online

piccolo chimico

Piccolo chimico

Gioco azzardo

Gioco d'azzardo

Prevaricazioni e bullismo

Prevaricazioni e bullismo

Internet sicuro

Internet sicuro

scrivici

 

MakeIt Modena_logo