Tu sei qui: Home / News / #iorestoacasa. Costretti a stare a casa? No Panic!

#iorestoacasa. Costretti a stare a casa? No Panic!

creato da Lotti Alessandra ultima modifica 18/03/2020 09:06
La testimonianza di Giorgia, volontaria del Servizio Civile Universale presso Il Comune di Modena, nell'ambito del progetto "Narratori Strategici 5th Generation".

Siamo in piena emergenza sanitaria, e ci hanno detto di stare a casa, in molti si sono opposti fermamente a questa scelta, ma è davvero così orribile?

A parere mio, assolutamente no! Sono una ragazza di 23 anni e chiaramente mi fa piacere uscire con gli amici e mangiare fuori, partecipo anche ad un gruppo di D&D (Gioco di ruolo Dungeon’s and Dragons) e purtroppo, a causa di questa emergenza, io e i miei compagni non possiamo trovarci fisicamente per giocare; senza dubbio mi dispiace un bel po’, ma d’altronde se vogliamo che le nostre vite tornino come prima, è un sacrificio necessario.

 

Nonostante tutto però, stare in casa non mi sta dispiacendo, poiché sto riuscendo a dedicarmi ad alcune cose che prima avevo lasciato da parte; io sono una videomaker, ho frequentato un corso di regia e sceneggiatura un paio di anni fa, e nonostante abbia già girato alcuni miei lavori, chi fa il mio mestiere sa benissimo che bisogna sempre aggiornarsi e approfondire ogni cosa, per crescere personalmente ma anche professionalmente. Purtroppo, ma anche per fortuna, da quando ho cominciato il Servizio Civile ho continuato a rimandare, anche per la mancanza di tempo. Tra le altre cose pratico pugilato e quando mi rimane del tempo faccio anche volontariato nelle scuole: per ovvie ragioni tutte queste attività sono state sospese (compreso il servizio civile) e quindi - di punto in bianco - mi sono trovata con tanto tempo a disposizione che prima non avevo.

 

Mi manca andare in palestra? Ovviamente! La vita sociale? Certo! Andare nei pub? Beh, certo che sì! Ma non per questo bisogna buttarsi giù! È senza dubbio una situazione brutta, ma passare del tempo nella propria dimora, non è la fine del mondo! Posso capire che sia difficile trovare “qualcosa da fare” ma in un’epoca come la nostra estremamente digitalizzata, ci si può comunque divertire.

Inoltre, servizi di streaming come Prime Video o Tim Vision, ma anche altri, sono diventati gratuiti a seguito di questo difficile momento; se non vi piace guardare film e serie tv, o non volete passare tutto il giorno davanti allo schermo, ci sono tante altre possibilità, come un buon libro e una fumante tazza di the caldo, o qualsiasi altra cosa vogliate!

 

Per quanto mi riguarda, vivo in una casa zeppa di libri, sono una lettrice compulsiva, ovvero compro libri su libri, anche se devo finirne già altri, e proprio a causa di questa mia passione sfrenata per la lettura, sul mio comodino si sono ammassati pile di libri ancora da leggere… questa è una delle attività a cui mi sto dedicando in questo difficile periodo. Se non vi piace leggere, quale momento migliore per le consolle, come Playstation, Switch o Xbox e, se come me siete dei videogiocatori responsabili e non dovete studiare, dedicatevi anche a completare dei giochi che magari sono nel software della consolle a “marinare”, ma ricordate, giocate responsabilmente!

 

Se non vi piace leggere, guardare film o videogiocare, potete dedicarvi alla cucina, oppure, se come me con il trucco siete senza speranza, potete provare a mettere in pratica dei tutorial; se invece avete alcune piante, o un giardinetto provate a far fruttare il vostro pollice verde.

 

O più semplicemente, state con la vostra famiglia; so che molti non sopportano avere a che fare con i propri genitori, per una motivazione o per un’altra e so anche che i genitori spesso non hanno molto tempo, a causa della vita frenetica di tutti i giorni…. usate questa quarantena per stare insieme a loro, parlatevi e, se magari avete qualche problema, cercate di risolverlo, specialmente perché nessuno di voi, sia genitori che figli, ha la scusa del “poco tempo”!

 

Se c’è una cosa positiva di questo famigerato Coronavirus è che ci ha restituito il tempo che tutti noi abbiamo perso. Sfruttatelo al meglio e vedrete che questi giorni di quarantena passeranno in un attimo. Fate tutto ciò che desiderate ma per il bene di tutti, restate a casa!

 

 

Giorgia

Volontaria Servizio Civile Universale

presso Stradanove

e Centro Studi sulla condizione giovanile

Marzo 2020

 

 

Leggi le testimonianze di altri giovani #iorestoacasa

Pasquale, volontario in Servizio Civile Regionale presso Comune di Modena, nell'ambito del progetto "Network Giovani"

Daniela, volontaria in Servizio Civile Universale presso il Comune di Modena, progetto "Narratori Strategici 5th Generation".

Leonardo, volontario in Servizio Civile Universale presso il Comune di Modena, progetto "Narratori Strategici 5th Generation".

 


Etilometro

Etilometro on-line

Consulenze online

piccolo chimico

Piccolo chimico

Gioco azzardo

Gioco d'azzardo

Prevaricazioni e bullismo

Prevaricazioni e bullismo

Internet sicuro

Internet sicuro

scrivici

 

MakeIt Modena_logo