Tu sei qui: Home / News / Giornata contro la violenza sulle donne 2019

Giornata contro la violenza sulle donne 2019

creato da Alessandra Lotti ultima modifica 15/11/2019 09:23
Rassegna di eventi e iniziative tematiche, a Modena e in provincia, per sensibilizzare la cittadinanza sul drammatico fenomeno della violenza di genere.

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il 25 novembre, sono in programma diverse iniziative per sensibilizzare la collettività su questo tema delicato. Gli eventi che proponiamo avranno luogo sia a Modena che in provincia con conferenze, seminari, film e presentazioni di libri, tutti a ingresso libero, per affrontare e la drammatica realtà della violenza sulle donne, trovando modi per contrastarla.

Ricordiamo che il simbolo della Giornata, oltre alle scarpe rosse, saranno le "panchine rosse" contro la violenza di genere con lo scopo di sensibilizzare la collettività. Le panchine, installate nei parchi della città, diventano così punto di incontro e di ritrovo, stimolando il dialogo e il confronto per riflettere sul fenomeno.

 

Dal 22 al 24 novembre

La serata di venerdì 22 novembre sarà dedicata alla memoria di Benedicta, Nicoleta e Arietta, donne vittime di clienti e sfruttatori, uccise tra il 2018 e il 2019 nel territorio modenese. Alle 18.30 ci sarà un primo ritrovo per ricordare Benedicta e Nicoleta ad Albareto (Modena), in Stradello Toni, mentre si poserà un cippo funebre in ricordo di Arietta alle ore 19.45 presso Castelfranco Emilia in Via Mavora (angolo Via Emilia).

 

Diversi gli appuntamenti in programma nel weekend: sabato 23 novembre alla Coop di Vignola la "Banda della Trottola" propone, dalle 15.00 alle 18.00, "Violenza sulle Donne: Parliamone!", un pomeriggio di letture, dimostrazioni di ballo e sorprese teatrali per parlare e riflettere su questo delicato argomento. Sempre sabato, alle 17.30, la giornalista Lilli Gruber presenta il libro “Basta! Il potere delle donne contro la politica del testosterone” (2019); mentre domenica 24 novembre va in scena alle 18.00, “Senza temere baci diseguali. Donne e uomini tra immagini, mito e poesia” con Annalisa De Simone, Michela Murgia e Lorenzo Pavolini. Entrambi gli eventi si terranno all'auditorium della Fondazione Biagi di Modena.

 

Da lunedì 25 a sabato 30 novembre

Lunedì 25 novembre, Giornata contro la violenza sulle donne, si svolgerà durante la mattina presso la Casa delle donne (Strada Vaciglio Nord, 6 - Modena), una manifestazione dedicata al mondo della scuola e dell’università, mentre dalle ore 18.00 alle ore 19.00 al Pala CUS Mo.Re ( Via Giuseppe Campi, 161 - Modena), si terrà un seminario di Autodifesa tenuto da Inbal Haim, ex soldato israeliano specializzata in Krav Maga (le iscrizioni sono aperte fino ad esaurimento posti entro venerdì 22 novembre). Lunedì sarà occasione anche di una marcia silenziosa per ragazzi e ragazze delle scuole superiori di Sassuolo, i quali a partire dalle 9.00, inizieranno la loro marcia da Piazzale Porrino arrivando al Crogiolo Marazzi, Via Radici in Monte.

 

Si segnala inoltre, sempre per lunedì alle ore 20.30, "Incontro con Giovanna Ferrari", a Fiorano Modenese (Centro Via Vittorio Veneto): la voce dell'attrice Franca Lovino sarà prestata alle pagine della signora Giovanna Ferrari, madre di Giulia, prematuramente uccisa dal coniuge, e accompagnata dalle note musicali del Maestro Llukaci. Corsi di Autodifesa anche a Sassuolo il 26 novembre, dove presso la Palestra Scuole Medie Ruini (ore 19.30-20.45/20.45-22.00) ci sarà un Open day gratuito di Autodifesa femminile (per prenotare: 342 6246440).

 

Anche il cinema dà un contributo importante; infatti martedì 26 novembre al cinema Astra (Via Rismondo, 21- Modena) verrà proiettato il pluripremiato film “Donne nel caos venezuelano”, della regista Margarita Cadenas che sarà presente. Porterà i propri saluti anche Claudia Romero, presidente dell’Associazione Culturale Venezuela in Toscana. Nel film, cinque donne venezuelane di età e background differenti raccontano il loro paese in una delle peggiori crisi della sua storia.

Mercoledì 27 novembre, a Modena, presso il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali, si parlerà alle 17.30 di “Violenza maschile contro le donne. Dal femminismo degli anni 70 alle attuali lotte”, con Deborah Ardilli e Giuliana Pincelli.

 

Il 28 novembre, alle 18.00 alla Casa delle donne (Strada Vaciglio Nord, 6 - Modena), potreste partecipare alla conferenza “Buone e cattive pratiche della narrazione della violenza”, con la giornalista Monica Pietrangeli e la Casa delle donne contro la violenza. Lo stesso giorno, alle ore 21.00 presso Biblioteca comunale Daria Bertolani Marchetti di Formigine, è in programma anche "Femminicidio e violenza di genere", occasione per Maria Concetta Tringali di presentare il libro: Femminicidio e violenza di genere. Appunti per donne che vogliono raccontare, con l'intervento di Natascia Corsini del Centro documentazione donna di Modena.

Sabato 30 novembre, alle 17.00 presso la Casa delle Donne di Modena, il laboratorio esperienziale per genitori “Le radici del rispetto: educare i figli alla non violenza”, a cura dell’associazione Differenza maternità (prenotazione obbligatoria: email: differenza.maternita@gmail.com; tel. 3284725512).

 

Per dicembre...

Le iniziative non finiscono qui! Per il mese di dicembre segnaliamo venerdì 6 la presentazione del libro "Vive e libere: La violenza sulle donne raccontata dalle donne" di Manuela Ulivi (2019), con Manuela Ulivi, Avvocata e Presidente CADMI - Casa di Accoglienza donne maltrattate di Milano (ore 18.00 alle 21.00 presso Casa delle donne, Strada Vaciglio Nord, 6 - Modena).

 

Lunedì 9 dicembre andrà in scena a Bologna lo spettacolo gratuito di "LEI", prodotto da Caracò teatro, Luce narrante, con la regia di Alessandro Gallo e in collaborazione con Casa delle donne per non subire violenza - progetto Oltre la strada (presso Teatro Duse - Via Cartoleria, 42, Bologna). Lo spettacolo vuole affrontare e approfondire la realtà della tratta delle donne a opera della mafia nigeriana, attraverso la storia violenta e a tratti marginale di "LEI", simbolo del legame perverso e disumano tra caporalato e sfruttamento della prostituzione.

 

 

Programma Modena

Programma Distretto ceramico

 

 

 

A cura di Laura Guaitoli

Novembre 2019

Etilometro

Etilometro on-line

Consulenze online

piccolo chimico

Piccolo chimico

Gioco azzardo

Gioco d'azzardo

Prevaricazioni e bullismo

Prevaricazioni e bullismo

Internet sicuro

Internet sicuro

scrivici

 

MakeIt Modena_logo