Tu sei qui: Home / Mosaico / Mosaico / Interviste / VALONA

VALONA

creato da Isacco Franzoni — ultima modifica 19/09/2014 09:58
Un incontro insolito al parco Ferrari

Questa sera al parco Ferrari serata di ballo liscio. Catturano la nostra attenzione tre ragazzi seduti sui gradini del palco di fronte al bar-chioschetto, impegnati a chattare al cellulare. Ci fermiamo a parlare con loro, incuriositi dalla loro presenza in una situazione popolata da persone più adulte.

Hanno 17 anni e questa sera nessuna partita di calcio in programma, come è loro abitudine fare nel periodo estivo per ingannare il tempo ed incontrarsi con gli amici.

 

Vengono da una città di mare, nel sud dell'Albania, ricca di divertimenti e passatempi serali. Per questo Modena appare ai loro occhi “vuota” e “morta” e qui ingannano il tempo -non hanno un ritrovo fisso, ma apprezzano la tranquillità dei parchi modenesi- in attesa della consueta partenza estiva per il paese d'origine. Ogni estate, infatti, non vedono l'ora di tornare a Valona, insieme alla famiglia, dove di rito incontrano gli amici di infanzia e con essi vivono memorabili serate sul lungomare o in discoteca. Per loro, anche se qui in Italia da pochi anni, la città di mare dove trascorrono lo spensierato periodo estivo rimane tale: non considerano l'ipotesi di tornare là a vivere. Rimane un posto di vacanza; per tutto il resto, la scuola ora e il lavoro poi, Modena è meglio, offre più possibilità. Al contrario i genitori coltivano il sogno di tornare in Albania, una volta che i figli abbiano raggiunto autonomia e indipendenza.

Li lasciamo ad annoiarsi e nell'attesa dell'imminente partenza per le vacanze.

 

 

La testimonianza è stata raccolta dagli operatori del progetto Infobus Elena Ferraguti e Isacco Franzoni nell'ambito del progetto mosaico. Testo a cura di Isacco Franzoni