Tu sei qui: Home / Essere giovani a Modena / Voci dai gruppi giovanili / Buonalanotte al Red Lion Pub

Buonalanotte al Red Lion Pub

creato da Alessandra Lotti ultima modifica 21/05/2018 11:40
Serata di sensibilizzazione su alcol e guida con le operatrici del progetto affiancata da tre giovani studenti in alternanza scuola-lavoro.

Per il progetto Buonalanotte, un venerdì di aprile ci rechiamo al Red Lion Pub di Modena. Insieme a noi per questa sera ci sono Davide, Lorenzo e Melissa, tre giovani studenti del Liceo Scienze Umane “Carlo Sigonio” che ci affiancheranno per due settimane per svolgere l’alternanza scuola-lavoro; i ragazzi sono pronti a fare una nuova esperienza e toccare dal vivo i progetti che le Politiche Giovanili del Comune di Modena offrono ai giovani sul territorio. Loro sono molto entusiasti e per la serata che ci aspetta, mentre io e la mia collega, che siamo ormai esperte del progetto e ne conosciamo le dinamiche, siamo inizialmente un po’ dubbiose a causa del clima primaverile che ha avvolto in anticipo la città: temiamo che per la serata ci sarà poca affluenza di gente poiché c’è molto caldo, è la serata giusta da passare fuori, magari in piazza o in un parco piuttosto che in un pub al chiuso… e invece per fortuna la serata si rivelerà positiva!

 

Melissa, Lorenzo e Davide fanno un giro nel locale per distribuire i volantini ai tavoli e illustrare ai clienti del Pub il servizio che stiamo offrendo, specificando che è del tutto volontario, anonimo e gratuito.
Alle 22:40 si avvicina un signore di 55 anni. Prima di effettuare l’alcol test solitamente poniamo delle domande anonime e quando chiediamo al signore se ha già fatto l’alcol-test in passato, con un servizio di Buona La Notte o con le Forze dell’Ordine, ci risponde: “Io li faccio”; gli chiediamo a quel punto se lavora nelle Forze dell’Ordine e ci risponde che è un Ufficiale della Polizia Municipale e che è molto curioso di scoprire il servizio, di cui conosceva l’esistenza, ma non aveva mai usufruito. Gli mostriamo dunque il macchinario con il quale effettuiamo gli alcol test, spiegandogli che, ovviamente non è identico a quello messo a disposizione dalle Forze dell’ordine, ma molto simile per efficenza. L’agente ha un tasso alcolemico di poco superiore allo zero, comunque molto basso e può guidare senza problemi.

 

Si avvicina poi una giovane coppia di ragazzi di origine straniera: sono entrambi abbastanza euforici. Per primo effettua l’alcol test il ragazzo che ha un tasso alcolemico molto alto; la sua compagna a quel punto comincia a ridere di lui e prenderlo in giro goliardicamente. Fa l’alcol test anche lei e il suo tasso alcolemico risulta addirittura superiore a quello del suo compagno. I due ragazzi ne ridono di gusto, fortunatamente non devono guidare e noi proviamo a spiegargli il senso e l’utilità del servizio, anche se ai ragazzi non sembra interessare. Senza darci molta considerazione se ne tornano al tavolo continuando allegramente la loro serata. In loro compagnia c’è un’altra coppia di ragazzi e si avvicinano anche loro a fare l’alcol test. Il ragazzo che deve guidare ha un tasso alcolemico al di sotto della soglia massima consentita dalla legge, si scusa per i suoi amici e ci ringrazia per il servizio. Ci dice che lo trova molto utile perché spesso lui è il “guidatore della serata” e deve riportare a casa gli amici e solitamente non beve nulla perché non sa quanto influisce l’alcol sul suo tasso alcolemico. Usufruendo del servizio, invece, può bere poco e controllare il suo livello. Gli spieghiamo che può bere una unità alcolemica e quanto deve aspettare per smaltirla e che  siamo lieti di fornire il servizio soprattutto quando viene utilizzato e apprezzato per quello che è.

 

Nel corso della serata hanno effettuato l’alcol test molti giovanissimi  neopatentati: tutti erano consapevoli di non poter superare la soglia dello 0,00 g./l.; due di loro dovevano guidare e avevano un tasso alcolemico leggermente superiore allo 0,00, ma sono stati sensibilizzati e hanno deciso di aspettare lo smaltimento dell’alcol prima di mettersi alla guida.

 

A fine serata si sono avvicinati due signori di 44 e 64 anni di Nonantola con un  look decisamente rock. Ci hanno raccontato di essere grandi appassionati del genere e di appartenere ad un gruppo di musicisti dilettanti che suonano e cantano per passione e divertimento. I due erano diretti al Vox club di Nonantola; entrambi avevano consumato alcolici e dovevano guidare, ma essendo a fine serata avevano già smaltito l’alcol assunto: il loro tasso alcolemico era pari a 0,00. Ci hanno riferito di avere già effettuato in passato l’alcol test, sia con le Forze dell’ordine, sia in altre città della Regione, sia tramite i servizi messi a disposizione dai Comuni.

 

In conclusione la serata si è rivelata molto positiva, soprattutto perché hanno usufruito del servizio molti giovani neomaggiorenni, che hanno avuto modo di prendere consapevolezza dei loro limiti.

 

 


Angela Tortora e Giulia Meschiari
Cooperativa sociale Il Girasole

Maggio 2018

Etilometro

Etilometro on-line

Consulenze online

piccolo chimico

Piccolo chimico

Gioco azzardo

Gioco d'azzardo

Prevaricazioni e bullismo

Prevaricazioni e bullismo

Servizio civile

Servizio civile

scrivici

 

MakeIt Modena_logo